L’efficienza energetica di un edificio si ottiene soprattutto attraverso l’isolamento termico del suo involucro esterno ed uno dei migliori sistemi di isolamento è il SISTEMA A CAPPOTTO.
    Il cappotto è un sistema di coibentazione termica delle pareti di un edificio, che prevede l’applicazione del materiale isolante all’esterno invece che all’interno o dentro la parete. Per la sua semplicità esecutiva è utilizzato nella maggior parte delle nuove costruzioni e delle ristrutturazioni, poichè consente l’esecuzione dei lavori senza che si renda necessario l’allontanamento degli occupanti. La componente principale del sistema a cappotto è il pannello di materiale isolante che viene applicato sulla parete esterna mediante incollaggio e fissaggio meccanico con tasselli. La sua funzione è di opporsi al passaggio di calore minimizzandone le dispersioni attraverso i ponti termici, garantendo così che il calore immesso nell’ambiente si accumuli nelle pareti perimetrali per essere poi restituito gradualmente al termine del ciclo di riscaldamento.
    L’isolamento termico si ottiene in due direzioni: verso l’esterno (il calore viene trattenuto all’interno della parete) e verso l’interno (il calore viene mantenuto all’esterno della parete). Viene garantito così un edificio più caldo nel periodo invernale e più fresco nel periodo estivo con conseguente riduzione del consumo di energia per il riscaldamento nel primo caso e per il raffrescamento nel secondo. Vengono ridotti i consumi di combustibili e le conseguenti emissioni inquinanti di CO2 in atmosfera.
    Il 40 % dei consumi energetici è destinato al riscaldamento degli edifici e fino ad un terzo dell’energia termica generata va persa attraverso l’involucro non protetto degli stessi. Risulta quindi chiaro come efficaci e durevoli sistemi di isolamento termico contribuendo a ridurre le perdite di energia (fino ad un 60%) e a risparmiare risorse energetiche rappresentano un importante e sempre più necessario contributo per la tutela dell’ambiente.

    COMPONENTI DEL SISTEMA A CAPPOTTO

    (1) DURITHERM COLLANTE/RASANTE

    (2) PANNELLO ISOLANTE

    (3) TASSELLI

    (4) DURITHERM COLLANTE/RASANTE

    (5) RETE DI ARMATURA

    (6) DURITHERM COLLANTE/RASANTE

    (7) SOTTOFONDO FIBROFOND DURIPLASTIC

    (8) DURITHERM RASATO

    VANTAGGI DEL SISTEMA A CAPPOTTO

    • Isolare dal caldo e dal freddo in maniera continua;

    • Garantire uniformità termica ed alte temperature superficiali delle pareti riducendo quindi i fenomeni di

    condensazione superficiale e la conseguente formazione di muffe, con aumento del comfort abitativo;

    • Contribuire sensibilmente alla riduzione delle immissioni inquinanti in atmosfera;

    • Rallentare il processo di degrado degli edifici proteggendo le facciate dagli agenti atmosferici (tensioni

    termiche, umidità);

    • Realizzare con un’unica operazione sia l’isolamento termico dell’edificio che la finitura esterna con conseguente

    aumento del valore commerciale dell’immobile;

    • Nel caso di nuove costruzioni la struttura della parete portante può essere ridotta al minimo staticamente

    possibile con conseguente guadagno di spazio abitativo;

    • Riduzione delle tensioni termiche e delle conseguenti dilatazioni degli elementi costruttivi (es. riduzione

    delle crepe causate dalle escursioni termiche in murature miste);

    • Miglioramento della capacità di accumulo termico della muratura portante.

    BONUS: LAVORI AGEVOLATI DAL FISCO

    Con il più recente DLgs. 311/2006 viene attribuita alla CERTIFICAZIONE ENERGETICA un’importanza notevole per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Infatti nell’Attestato di Certificazione Energetica viene indicato il fabbisogno energetico primario di un edificio (espresso in kWh/m2 anno) che equivale alla quantità annua di energia consumata per soddisfare i vari bisogni connessi ad un suo uso standard (climatizzazione invernale ed estiva, produzione di acqua calda, ventilazione, illuminazione).
    Quanto più basso è questo fabbisogno tanto più alta sarà la Classe Energetica di appartenenza dell’edificio. Viene così introdotto il paramentro dell’efficienza energetica come valore del mercato edilizio.
    La certificazione energetica viene prevista non solo per gli edifici di nuova costruzione ma anche per quelli esistenti soggetti a trasferimenti a titolo oneroso (compravendite e locazioni) ed è a carico del costruttore, venditore o locatore dell’immobile.
    I contribuenti che fino al 31 dicembre 2011 sostengono spese per interventi finalizzati al risparmio energetico possono usufruire di una particolare agevolazione fiscale, consistente in una destrazione d’imposta.
    Condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o parti di essi) residenziali esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali ( per attività d’impresa o professionale).
    Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto d’intervento.
    Le spese per le quali è possibile fruire della detrazione comprendono sia i costi per i lavori edili connessi con l’intervento, sia quelli per le prestazioni professionali necessarie per realizzare l’intervento necessario ad acquisire la certificazione energetica, purché rivolte alla riduzione della trasmittanza termica delle strutture.